Ultimate Real Robots, l’Analisi

di Raffaello Bonghi

Con questa recensione verranno analizzati i robot di due opere pubblicate dalla DeAgostini sulla robotica. Nell’articolo si analizzerà l’opera del Cybot, ed il Costruisci e programma il tuo robot, o meglio chiamato da tutti “Panettone”.

Real Robot logo

Real Robot logo

Prenderò in esame i punti fondamentali delle due opere e verranno confrontate queste due opere.

Ecco l’elenco delle uscite della prima FASE di questa publicaziome:

  1. Basamento
  2. Motori, vano batterie e videocassetta
  3. Ruota girevole ed il paraurti
  4. Scheda per il controllo dei motori

Costruzione del basamento di “Cybot” e messa in moto dei motori

  1. Frontali blu porta sensori
  2. Vano batterie per le batterie da 9v e pannelli del telaio
  3. Sensori di luce
  4. scheda di Input/Output dei sensori
  5. Scheda del processore di luce

“Cybot” può rilevare la luce ed inseguirla

  1. “Speaker, pannelli laterali e la cupola
  2. Antenne ed alloggiamento Seguilinea o Line follower
  3. Sensore seguilinea
  4. Scheda processore Sonar
  5. Scheda di swicth per le modalità con alloggiamento dei sensori ultrasuoni

Può seguire una linea e cambiare modalità

  1. Trasmettitore e ricevitore del sonar sinistra
  2. Trasmettitore e ricevitore del sonar destra

Sa evitare gli oggetti o inseguirli

  1. Tre pannelli flessibili

Conclusione della Prima fase con chiusura delle aperture sul telaio

Cybot laterale

Cybot laterale

Purtroppo ho riscontrato anche vari difetti e malfunzionamenti:
Nella quarta uscita, dove molte persone (anche io entro a far parte di questa lista nera) si sono ritrovati una scheda mal funzionante.
Il problema riscontrato con questa scheda era che durante i test con la scheda di test (scusate la ripetizione) sembrava che funzionasse perfettamente, ma giungendo al montaggio dell’uscita numero nove, quando oramai si montava il chip per il controllo segui luce ci si ritrovava che il robot non funzionava, ma questo non significava che erano rotti i motori, ma il PONTE H della scheda uscita nel numero quattro era rovinato o mal saldato.

Cybot dietro

Cybot dietro

Un altro problema era sui sensori ultrasuoni, usciti nei numeri quindici e sedici, risultavano difficoltosi nella taratura, perché il potenziometro all’interno della scheda uscita nel numero sedici, risultavano molto imprecisi, non facili da poter riuscire a trovare la soglia adatta al loro corretto funzionamento, l’unico modo era fare molte prove per riuscire a trovare il valore giusto.

Panettone(“Costruisci e Programma il tuo robot”)

Panettone(“Costruisci e Programma il tuo robot”)

Cybot(“Ultimate real robots”)

Cybot(“Ultimate real robots”)

Credo che adesso si debba parlare dei due robot in maniera più approfondita, questo robot dovremmo confrontarlo contro il diretto concorrente robot uscito in edicola, il Panettone, così chiamato da tutti!, per poter scoprire quale può essere il migliore.
Ci sono state interessanti discussioni su le potenzialità di questo robot, si erano fondati due principali partiti uno PRO CYBOT che dicevano che il robot “Cybot” potesse essere il migliore uscito in edicola, e l’altro; il PRO PANETTONE: tutto questo si svolse sui forum su internet, ecco cosa dicevano:

I PRO CYBOT

  • Il robot offre tantissime espansibilità:
  • Il controllo vocale.
  • Il Joistick ricco di programmi.
  • La possibilità di diventare calciatore.

Sulle Potenzialità fisiche:

  • È veloce.
  • elegante e piccolo.
  • Utilizza i sensori ultrasuoni invece che infrarossi.li>
  • Possiede il LINE FOLLOWER montato in un logo che non è soggetto a forti sollecitazioni, portandolo ad un miglior controllo della linea.

I PRO PANETTONE

  • Possiede una breadboard che permette di creare circuiti elettronici che più ti piacciono e scrivere  programmi già dall’uscita in edicola numero quindici.
  • Possiede un braccio robotica che ti permette di raccogliere gli oggetti.
  • Retro sensori per una rilevazione dal retro.

Forse adesso è il caso di concludere questo confronto spiegando definitivamente le qualità dei due robot.

“Cybot” possiede molte espansioni è molto elegante, ma non permette di creare circuiti di propria  invenzione, e questo è scomodissimo per chi vuole inventare proprie espansioni elettroniche o vuole creare un robot con funzionalità particolari con sensori non inclusi nell’opera.
Al compenso è comodo per chi inizia per la prima volta con la robotica, per i semplici moduli espansivi che aumentano le percezioni del robot.
Il Panettone come detto prima ha molti punti di forza per chi sa l’elettronica o vuole modificare il robot rendendolo più complesso.

Cybot frontale

Cybot frontale

Recensioni

Rispondi